Articoli

Operatore edile in cantiere stringe la mano

Padova in rete per fare GOL. Progetto carcere: i detenuti al lavoro

Continua l’impegno della Scuola Edile di Padova in qualità di partner del progetto GOL Percorso 4 – Lavoro e Inclusione – promosso e finanziato da REGIONE VENETO, (Interventi finalizzati a sostenere il reinserimento lavorativo dei lavoratori più distanti dal mercato del lavoro) presentato da IRECOOP VENETO e in accordo con Direzione Casa di Reclusione, Area Educativa e Ufficio Comando e Polizia Penitenziaria.

Grazie alla sinergia tra Istituzioni, formazione e azienda è stato possibile ideare un progetto nella Casa di reclusione di Padova, che ha combinato, in 160 ore di formazione, conoscenze teoriche e pratiche in materia di edilizia. Il percorso ha offerto ai detenuti partecipanti l’opportunità di apprendere competenze tecnico-professionali spendibili sul mercato del lavoro e, a tre di loro, di poter svolgere un tirocinio formativo della durata di 2 mesi nell’azienda I.TEC COSTRUZIONI GENERALI SRL.

Quest’ultima, al termine del percorso di affiancamento ai tutor aziendali, ha scelto di assumerli per operare nell’ambito dei lavori di ristrutturazione della struttura di massima sicurezza di Padova.

Un progetto che conferma ancora una volta l’importanza di fare rete per trasmettere competenze e offrire una seconda possibilità ai detenuti, in un percorso di reinserimento lavorativo durante e/o al termine della detenzione.

La SCUOLA EDILE DI PADOVA svolge da anni attività formative presso la Casa di reclusione di Padova, condividendo i principi indicati dalla Costituzione, cioè che la pena debba tendere alla rieducazione del condannato. Per questo motivo la Scuola eroga percorsi formativi che concretamente offrono una seconda possibilità di reinserimento lavorativo.

comunicato PROGETTO CARCERE GOL 4

Screenshot 2024-02-21 alle 15.25.42

P1130201

Consegnati a Padova i diplomi dell’Anno Scolastico 22-23

Il nuovo anno ha segnato anche il coronamento del percorso scolastico per tutti i ragazzi che hanno concluso la loro formazione alla Scuola Edile di Padova nell’Anno Scolastico 2022-2023.

Per consegnare loro i diplomi, è stata organizzata nell’Aula Magna della Scuola Edile, la cerimonia di sabato 13 gennaio, che ha visto i ragazzi, le famiglie e le autorità locali riuniti per celebrare questo momento.

Erano presenti il Direttore della Scuola Edile di Padova e Stanghella Andrea Pagnacco, l’Assessore della Provincia di Padova Luigi Bisato, il Consigliere comunale Luigi Tarzia, la Presidente del Club Unesco di Padova Gilda Rota, il Presidente di ANCE Veneto Alessandro Gerotto, il Presidente di ITS Red Academy e Coordinatore delle Scuole Edili del Veneto Cristiano Perale, il Vicesindaco del Comune di Stanghella Claudio Toffanin, il Parroco di Camin Don Ezio Sinigaglia, il Comandante dei Carabinieri di Padova Giovanni  Soldano, il Presidente della Scuola Edile di Padova e Stanghella Enrico Maria Fabris e il Vicepresidente della Scuola Luca Finotti.

Durante la cerimonia è stato presentato il corpo docente della Scuola Edile e tutti i progetti didattici organizzati e proposti nell’anno scolastico. E infine, sono stati consegnati i diplomi del Quarto Anno Tecnico Edile e gli attestati di qualifica Operatore Edile.

Nella stessa occasione, lo studente Raimi Sherif Adio è stato anche premiato con la Borsa di Studio del Club Unesco di Padova.

Nella gallery qui sotto, i momenti salienti della cerimonia di sabato.

P1130201

16122023-DSC09080-Migliorato-NR

A Stanghella consegnati gli attesti di qualifica e presentato il programma della Scuola Edile

Sabato 16 dicembre, la Sala del Centro Anziani di Stanghella ha ospitato la cerimonia di consegna degli attestati di qualifica per gli iscritti alla classe terza Operatore Edile dell’anno scolastico 2022/2023 della Scuola Edile di Padova e Stanghella. Alla cerimonia, patrocinata dal Comune di Stanghella, hanno partecipato i Sindaci dei Comuni di Stanghella, Solesino, Granze e Boara Pisani, il Comandante dei Carabinieri di Boara Pisani, i Dirigenti Scolastici dell’ICS Solesino-Stanghella e dell’I.I.S. “J.F.Kennedy” di Monselice e l’Assessore al Bilancio, Edilizia Scolastica e Pubblica Istruzione della Provincia di Padova, Luigi Bisato.
Non potevamo mancare anche noi della Scuola, in particolare  il Presidente, Enrico Maria Fabris e il Vicepresidente, Luca Finotti, i genitori degli alunni e i rappresentanti di alcune delle aziende edili del territorio.
L’incontro è stato anche occasione, per il Direttore della Scuola Edile di Padova Andrea Pagnacco, di presentare tutte le attività ordinarie in programma alla Scuola Edile di Padova e Stanghella e le ultime novità. Come per esempio, la nuova modalità duale per le classi Operatore Edile dell’anno scolastico 2023/24, il progetto di Impresa Civica, le iniziative previste per l’orientamento nelle scuole medie, i progetti di mobilità studentesca o “Unizeb” e tanti altri.
Tra le tante novità presentate, anche il quarto anno Tecnico Edile in collaborazione con le Scuole Edili di Vicenza, Verona e Rovigo e, per chi desidera intraprendere il percorso formativo da geometra, il corso integrato propedeutico all’ammissione alla classe quarta CAT in collaborazione con l’I.I.S. “J.F. Kennedy” di Monselice.
Tante anche i progetti straordinari messi in campo, come:
– Il progetto di orientamento “Conosco e Scelgo”;
– I progetti di mobilità studentesca Erasmus + in collaborazione con la Scuola Edile Vicenza;
– Il Progetto “Unizeb”, in collaborazione con la Facoltà di Ingegneria di Padova;
– L’appuntamento annuale con l’Ediltrophy;
– E, infine, l’iniziativa “Sicuri si diventa” che, finanziata dallo Spisal, ha formato i tutor delle aziende che accoglieranno gli allievi delle classi 2ᵃ e 3ᵃ OE in alternanza scuola/lavoro e che ha coinvolto gli allievi di queste classi nella formazione specifica sulla sicurezza, prima di mettersi in gioco.
Scopri di più nella gallery qui sotto.
Da sx, il vicepresidente della Scuola Edile di Padova  Luca Finotti e il Presidente Enrico Fabris

Enrico Fabris nuovo presidente della Scuola Edile di Padova: focus su formazione e sicurezza

Enrico Maria Fabris è il nuovo presidente della Scuola Edile di Padova, affiancato da Luca Finotti, nel ruolo di vicepresidente. L’offerta scolastica di alta qualità, con particolare attenzione a salute e sicurezza nei cantieri, e la crescita del numero dei ragazzi in formazione, per cui c’è grande richiesta, sono alcuni degli obiettivi del mandato del nuovo presidente.

“Il mondo delle costruzioni è alla costante ricerca di personale qualificato e specializzato – spiega il presidente Fabris –. Per questo motivo, la Scuola Edile di Padova è impegnata a formare giovani professionisti, altamente preparati. Attraverso corsi della durata di tre anni, lo studente acquisisce le competenze e le qualifiche necessarie per lavorare nel settore. È un percorso formativo che trasferisce agli allievi la professionalità di base per un ingresso nel mondo delle costruzioni mediante l’apprendimento delle diverse tecniche, nella nostra scuola che offre strumenti di ottimo livello e insegnanti molto preparati. Un percorso che valorizza le competenze e le risorse del territorio, con la possibilità di sviluppare attività volte alla crescita e all’innovazione del settore. La mission della scuola è “imparare facendo”, ovvero dedicare una gran parte delle ore alle lezioni di laboratorio e all’apprendimento tecnico”.

Quello della sicurezza è uno dei temi più importanti affrontati all’interno della Scuola Edile per preparare gli studenti al mondo del lavoro. “La scuola è la casa della sicurezza, nasce infatti per fare e dare assistenza e sicurezza in un settore che ha un alto numero di infortuni sul lavoro. È importante seminare le basi comportamentali con formazione continua e costante, non solo per chi sta ancora imparando. ma anche per chi è già professionista del settore” – commenta Luca Finotti –. La cultura della salute e della sicurezza sul lavoro devono essere un valore aggiunto per i lavoratori e le imprese, non più un obbligo”.

Da sx, il vicepresidente della Scuola Edile di Padova Luca Finotti e il Presidente Enrico Fabris

Da sx, il vicepresidente della Scuola Edile di Padova Luca Finotti e il Presidente Enrico Fabris

studentessa di scuola edile

Sono online le date e le istruzioni per le iscrizioni all’anno scolastico 2024-2025

Sono ufficialmente online le date utili per le iscrizioni al primo anno della scuola primaria, secondaria di primo o secondo grado e dei Centri di Formazione Professionale regionali.

Tutte le famiglie delle ragazze e dei ragazzi che desiderano iscriversi al primo anno da Operatore Edile della Scuola Edile di Padova e Stanghella, potranno collegarsi dal 18 gennaio al 10 febbraio 2024 al sito del Ministero dell’Istruzione e del Merito, a questo link.

Qui basterà seguire le indicazioni riportate per compilare la domanda di iscrizione all’anno scolastico 2024-2025.

 

maxim-kotov-GRuCeI-rn4U-unsplash

Percorsi di perfezionamento per tecnici e operatori del restauro

La Scuola Edile di Padova e Stanghella propone l’iniziativa PILLOLE DI PERFEZIONAMENTO PER TECNICI E OPERATORI DEL RESTAURO, percorsi di formazione completamente finanziati dalla Regione Veneto in collaborazione con la Scuola Superiore di Restauro dello IUAV.

In programma dal 20 ottobre una serie di sei incontri, focalizzati sui temi del rinforzo di strutture esistenti in legno su edifici storici e il recupero di manufatti lapidei di pregio storico.

Le lezioni saranno in presenza e si svolgeranno nelle aule della Scuola Edile di Padova. I posti sono limitati.

Di seguito il calendario con le date dei vari interventi:

Interventi di rinforzo di strutture esistenti in legno su edifici storici (18 ore)

  • Fondamenti di teoria e di meccanica delle strutture in legno; Diagnostica e valutazione del danno su struttura lignea; (20 ottobre dalle 14 alle 20)
  • Tecniche di sostituzione, restauro, rifacimento delle strutture lignee posizionate sulle murature storiche; Compatibilità e reversibilità degli interventi con le strutture storiche; (27 ottobre dalle 14 alle 20)
  • Applicazione di tecniche di consolidamento delle strutture in legno. (03 novembre dalle 14 alle 20)

Recupero di manufatti lapidei di pregio storico (16 ore)

  • Riconoscere l’evoluzione cronologica e stilistica del patrimonio di valore storico, artistico, architettonico ed etno-antropologico nel territorio di riferimento; Riconoscere le caratteristiche tipologiche del costruito storico, con particolare attenzione ai manufatti lapidei e ai pavimenti di pregio; (10 novembre dalle 14 alle 19)
  • Individuare ed interpretare le forme di alterazione e degrado presenti sui manufatti lapidei naturali e artificiali e sui pavimenti di pregio; Utilizzare in sicurezza strumenti e tecniche di realizzazione di interventi prevenzione, manutenzione e restauro sulla base delle indicazioni fornite dal docente; (17 novembre dalle 14 alle 20)
  • Riconoscere eventuali anomalie che possono emergere in corso d’opera rispetto al piano di conservazione, manutenzione e restauro (24 novembre dalle 14 alle 19)

Per informazioni, è possibile contattare la scuola.

Inoltre, per tutti gli interessati, è possibile partecipare ad entrambi gli interventi. 

Diisocianati

Nuovo corso di formazione per l’utilizzo dei diisocianati

A partire dal 24 agosto 2023, in base al Regolamento 1149/2020lavoratori e dipendenti di lavoro potranno far uso di prodotti a base di diisocianati, solo se in possesso un attestato rilasciato a chi ha frequentato un apposito corso e superato l’esame finale. I diisocianati, infatti, sono dei composti chimici classificati come sensibilizzanti delle vie respiratorie e della pelle.

Per questo, la Scuola Edile di Padova ha organizzato un nuovo corso di formazione in presenza sul tema. I primi avranno luogo nell’estate 2023, nelle date del 28 luglio e del 3 agosto, dalle 13.30 alle 17.30.

Informazioni e prezzi

Per i dipendenti iscritti al CEIV – Cassa Edile di Mutualità e Assistenza Interprovinciale del Veneto, il prezzo del corso è pari ad euro 36,00 senza IVA (avendo lo sconto del 60% sul prezzo netto).

Per le aziende associate/iscritte al CEIV e ad altre Casse (Cassa Edile di Mutualità ed assistenza di Belluno e Provincia, Cassa Edile Polesana, Cassa Edile di Mutualità e assistenza ci Venezia e provincia, Cassa Edile Provincia di Verona, Cassa Edile Vicenza, Edilcassa Veneto) il prezzo di iscrizione è pari ad euro 90,00 senza IVA.

Per coloro che non sono iscritti a nessuna delle Casse sopra indicate, il prezzo del corso è pari ad 90,00 euro + IVA al 22%.

Per maggiori informazioni, si prega di consultare il documento qui sotto. Per iscriversi, è necessario restituire compilata via mail questa scheda di iscrizione.

DIISOCIANATI-DESCRIZIONE CORSO

Lavoratore edile lavora a isolamento acustico di un soffitto

Nuovo corso di formazione per i detenuti. Coinvolta nell’organizzazione la Scuola Edile di Padova

Parte a luglio 2023 un nuovo progetto formativo: si tratta del programma di attività rivolte ai detenuti, per apprendere competenze utili nel settore edile. Il percorso è stato organizzato dalla Scuola Edile di Padova e finanziato dal PRAP, Provveditorato Regionale Amministrazione Penitenziaria del Ministero della Giustizia.

I partecipanti, tra i detenuti della Casa di Reclusione Due Palazzi di Padova che faranno domanda di iscrizione, potranno apprendere le skills utili per intervenire sul miglioramento acustico nelle aule didattiche della casa di reclusione. Impareranno ad utilizzare le attrezzature da lavoro adeguate e ad agire nel rispetto delle norme di sicurezza previste sul posto di lavoro.
Le attività formative si svolgeranno nella stessa sede della casa di reclusione, con la collaborazione anche dell’azienda Saint-Gobain Italia.

Locandina

Slider3

Ritorna il SummerLab delle costruzioni alla Scuola Edile di Padova

La Scuola Edile di Padova – CPT organizza anche quest’anno il SummerLab delle costruzioni, dedicato ai ragazzi e ragazze di seconda e terza media. Dal 3 al 14 luglio, con la guida dei docenti esperti della scuola, i ragazzi saranno coinvolti in un ricchissimo programma di attività di laboratorio, per imparare e soprattutto divertirsi tutti insieme.

Potranno partecipare a laboratori artistici e di edilizia, attività informatiche e interattive, come i workshop di Lego® Serious Play e di Ecobuild. Durante il centro estivo, potranno anche partecipare ad una gita sull’altopiano di Asiago, senza costi aggiuntivi.

I posti per il SummerLab delle costruzioni sono limitati.
Per partecipare, è necessario iscriversi – entro il 29 giugno 2023 –  a questo link:
https://docs.google.com/forms/d/1UkK_GLK9uHRysiym46e6jUwVPHzltYUyqSTNJCvzg0Q/edit?ts=64708244

La quota di partecipazione è di 40 euro come contributo alle spese di segreteria.
Il SummerLab si svolgerà dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 16.30 e il pranzo è incluso e offerto dalla Scuola.

Iscrivi subito i tuoi ragazzi per non perdere l’opportunità di partecipare a tante, originali, attività!

Scopri il programma qui sotto o contattaci per maggiori informazioni:
049 761168; 

Locandina SummerLab 2023

Locandina UniZEB 2023

La terza edizione della Fiera della Formazione di UniZEB guarda al futuro e alla sostenibilità in edilizia

Si è tenuta l’11 maggio, nella sede di Padova della Scuola Edile, la Fiera della Formazione promossa da UniZEB, l’evento formativo che quest’anno giunge alla sua 3ª edizione e che mira a sensibilizzare i futuri professionisti dell’edilizia sulla progettazione integrata e sull’efficientamento energetico. Al format innovativo collabora anche la Scuola Edile di Padova, in qualità di partner, insieme all’Università di Padova, al Comune di Padova e all’ULSS 6 Euganea – SPISAL.

Durante l’incontro, aperto sia a professionisti affermati che ai giovani, sono stati tanti i temi trattati legati al mondo delle costruzioni, come la sostenibilità, il comfort indoor, il Building Management System (BMS), il Digital Twin, le nuove tecnologie per il settore, le Smart City e l’IoT, con lo scopo di dare vita ad una comunicazione interdisciplinare e trasversale.
Tra i progetti trattati e anticipati, anche quello per la realizzazione di un edificio-laboratorio, uno “Zero Energy Building“, nell’area della Scuola Edile padovana. Un edificio, cioè, ad “energia zero”, in cui la quantità di energia prodotta sia pari a quella consumata, grazie a prestazioni e caratteristiche costruttive di alto livello, finalizzate al risparmio energetico.

L’edificio verrà utilizzato per un anno dai ragazzi dell’Università di Padova, per studiare in condizioni reali l’efficacia e l’efficienza delle soluzioni tecnologiche utilizzate nella costruzione.

 IMG_0733 IMG_0600 IMG_0520 IMG_0508